Mercoledì, 19 Marzo 2014 15:02

Chi è il perito

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Chi è il perito assicurativo.

  

La legge 166/92 ha istituito l'obbligatorietà dell'iscrizione nel "ruolo" (art. 4) per coloro che effettuano l'accertamento e la stima dei danni alle "cose " danneggiate in incidenti derivanti dalla circolazione, dal furto o dall'incendio di veicoli a motore o natanti soggetti alla assicurazione obbligatoria di responsabilità civile (legge 990/69 e successive modifiche).

 

La legge nel definire tali operatori "Periti Assicurativi" ha stabilito che per l'iscrizione al "ruolo" sia indispensabile o un "diploma di scuola media secondaria superiore" o una "laurea"; ha inoltre specificato che gli iscritti non possono essere ne lavoratori dipendenti, ne riparatori di veicoli a motore o natanti, ne agenti o mediatori di assicurazione.

Pertanto il Perito Assicurativo viene individuato come professionista indipendente che, in qualità di esperto stabilisce i costi di ripristino delle cose danneggiate per conto di un privato, di una società, di una autorità o di qualsiasi altro mandante.

 

Nel quadro della sua attività e per le incombenze del suo mandato, il perito effettua ispezioni, verifiche, studi, deduzioni, valutazioni e più particolarmente:

 

- gli studi per la ricerca della responsabilità all'origine dei danni; 

 -le perizie su riparazioni già effettuate; 

 -le valutazioni del corretto modo di eseguire una riparazione in ottemperanza alle regole e allo stato      delle arti; 

 -le stime relative alle riparazioni da eseguire con criteri consoni alle regole e allo stato delle arti; 

 -le valutazioni relative al verificarsi di un eventuale pregiudizio contrattuale; 

 -la determinazione del valore di un veicolo; 

- il controllo della qualità e del livello delle riparazioni effettuate; 

- l'esame dei rischi assicurabili; la condotta di studi statistici; 

 -l'emissione, la presentazione e l'eventuale difesa dei suoi rapporti di perizia. 

Pensiamo sia compito del Perito Assicurativo (quotidianamente chiamato ad individuare anche le dinamiche di realizzazione di danni, l'identificazione della rispondenza tra i danni e le evoluzioni dei veicoli o le correlazioni tra gli effetti meccanici sul veicolo, gli effetti dinamici di un urto e le conseguenze sui trasportati) occuparsi anche del peso sociale dell'incidente stradale, soprattutto di quello che comporta lesioni o addirittura lutti; ed analizzare i costi che si ripercuotono sulla collettività denunciando quali sono gli elementi che fanno aumentare il costo medio dei sinistri e proponendo varie strade per contenerli.

 

Il Perito Assicurativo dovrà sempre più avere non solo l'obbligo di studiare le ragioni che hanno prodotto l'incidente, ma anche il dovere di contribuire a mettere a punto quei sistemi di prevenzione che potrebbero ridurre se non la frequenza dei sinistri, almeno la loro gravità e di proporre suggerimenti per il contenimento dei costi perchè con la propria professionalità e serietà è l'unico soggetto che può intervenire con competenza per verificare gli interventi riparativi da effettuare o effettuati, per controllare il tipo di ricambio utilizzato, la concreta affidabilità del mezzo dopo il ripristino e l'equo costo della riparazione.

 

Letto 10762 volte Ultima modifica il Mercoledì, 02 Aprile 2014 17:45
Altro in questa categoria: Il Risarcimento Diretto »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Il tuo Perito virtuale per un indennizzo REALE!

Rivolgiti a noi per la tua perizia. E' FACILE, da casa o dall'ufficio! Con noi massimizzerai il tuo giusto indennizzo.